Le malattie dermatologiche degli animali domestici sono tra le patologie più frequenti in medicina
veterinaria. La maggior parte dei problemi cutanei non ha segni clinici patognomonici e solo un
accurato iter clinico può portare ad una diagnosi corretta.
Durante la visita dermatologica è fondamentale l’anamnesi fornita dal proprietario, a cui segue la
valutazione del paziente da parte del medico.
Ogni caso clinico prevede l’esecuzione di alcuni test dermatologici, tra cui l’esame microscopico del
pelo, il raschiato cutaneo superficiale e profondo, l’esame microscopico delle scaglie, l’esame
citologico, l’esame microscopico e citologico del cerume, l’analisi con lampada di Wood, l’esame
colturale per dermatofiti e l’esame batteriologico con antibiogramma.
A questi possono aggiungersi ulteriori analisi di approfondimento, come la biopsia cutanea, i test
allergologici con immunoterapia vaccinale, l’esame di video-otoendoscopia e l’esame tomografico dei
condotti auricolari.
L’esperienza e la collaborazione con altri specialisti permette inoltre di gestire patologie sistemiche con
ripercussioni dermatologiche, come sindromi paraneoplastiche, patologie endocrine, malattie
autoimmuni ed immunomediate.